Chen Guangcheng, eroico attivista cinese cieco: il “patto con il diavolo” del Vaticano umilia, oscura la chiesa

Dopo che il principale prelato cinese, il cardinale Joseph Zen, all’inizio di quest’anno ha lanciato l’allarme, asserendo che il Vaticano “sta vendendo la Chiesa cattolica in Cina” e ha dato la sua benedizione “sulla nuova… chiesa scismatica” creata dal Partito Comunista Cinese (PCC), l’eroico attivista cieco Chen Guangcheng ha aggiunto la sua voce in sostegno al Cardinale.

“Il Vaticano sta facendo un patto con il diavolo, il PCC non solo umilia il Vaticano stesso ma macchierà anche la chiesa”, ha detto Chen.

Mentre alcuni prelati della Chiesa affermano che i tempi sono cambiati e che il governo comunista cinese non è quello che era una volta, Chen offre un sorprendente contrappunto: “Non è che la Cina sia migliore di quanto non fosse ai tempi di Papa Giovanni Paolo II” ha osservato Chen, “piuttosto, è che papa Francesco è molto diverso da Papa Giovanni Paolo II”.

Critica feroce del patto del Vaticano con la Cina comunista

Se c’è qualcuno che ha il diritto di parlare dell’attuale controversia Vaticano-Cina, è Chen.

Cieco fin dalla giovane età, Chen Guangcheng ha conquistato la fama internazionale più di un decennio fa per aver denunciato coraggiosamente il governo per la sua brutale “politica del figlio unico”, che ha portato ad aborti forzati, stimati in centinaia di milioni. Chen fu imprigionato dal governo comunista cinese per il suo attivismo. Nel 2012 è sfuggito agli arresti domiciliari ed è fuggito presso l’ambasciata statunitense a Pechino. Più tardi, è stato permesso alla famiglia di spostarsi negli Stati Uniti, dove ora è un illustre “visiting fellow” presso l’Institute for Policy Research e Catholic Studies della Catholic University of America e “senior fellow” presso il Witherspoon Institute.

Nell’ articolo pubblicato su Radio Free Asia, Chen offre un commento feroce e critico nei confronti del comportamento del Vaticano verso la capitolazione, che potrebbe in effetti essere finalizzata nei prossimi giorni o settimane.

“Sono nato e cresciuto in Cina sotto il dispotismo comunista. Ho personalmente sperimentato la brutale tortura e la persecuzione che gli atei del Partito Comunista hanno commesso contro i dissidenti”, ha detto Chen. “Non hanno paura di Dio o di alcuna morale in fondo; hanno commesso innumerevoli omicidi con un totale disprezzo per la vita umana al solo scopo di mantenere il loro regno.”

Chen: il Vaticano ha abbandonato i suoi principi

In risposta alla notizia sulla discussione del Vaticano sui dettagli di un accordo con il regime comunista cinese, Chen ha detto: “Pechino invierà rappresentanti in Vaticano per firmare l’accordo. Questo, in effetti, equivale a vendere la casa di Dio al diavolo.”

“Il Vaticano non comprende che in Cina tutto dipende completamente dalla volontà del Partito Comunista Cinese?”, chiede. “Perché il Vaticano ha rotto le relazioni diplomatiche con la Cina nel 1951, quando i comunisti cinesi hanno preso il potere? Proprio perché il PCC ha insistito sul fatto che deve controllare tutto, incluso Dio. Dopo 67 anni di stallo con il Partito Comunista Cinese, il Vaticano ha abbandonato i suoi principi e ora accetta la guida del PCC. Questo sarà un peccato per la storia cattolica che non potrà mai essere cancellata”.

In Vaticano, lode del vescovo Sorondo per il regime comunista

Chen ha anche preso in considerazione l’incomprensibile elogio del vescovo Marcelo Sánchez Sorondo per il regime comunista cinese come il migliore al mondo per attuare la dottrina sociale della Chiesa.

“In particolare, le recenti osservazioni del vescovo Marcelo Sánchez Sorondo sono sconcertanti. Non posso fare a meno di chiedere: stanno facendo finta di essere ingenui o sono davvero così ingenui? Stanno davvero cercando di guidare la Chiesa cattolica, che ha più di un miliardo di credenti, ad un patto con il PCC anticristiano e anticristo?”

Chen continua:

Nell’agosto dello scorso anno, il vescovo Marcelo Sanchez Sorondo è andato in Cina e ha partecipato a una conferenza sulla donazione e il trapianto di organi. A quel tempo ha elogiato la Cina per aver creato un modello globale per sradicare il traffico di organi. […]

L’ostinata ignoranza di Sorondo va oltre il disgusto. Vorrei chiedergli: “Lo sapevi che l’anno scorso, 32 studenti universitari a Wuhan sono inspiegabilmente scomparsi? Il PCC non ha fornito alcuna indicazione nonostante il progetto “Sky Eye” (il PCC controlla centinaia di milioni di telecamere per seguire i movimenti). Invece ha fermato i giornalisti che hanno chiesto sostegno per i genitori che hanno perso i loro figli!

In Cina, molti bambini sono stati rubati o rapiti mentre giocavano per strada. I loro organi sono stati poi rimossi e venduti. Inoltre, ci sono rapporti investigativi da parte dei praticanti del Falun Gong sul prelievo di organi e notizie sulla scomparsa di alcuni lavoratori migranti senza una ragione apparente. Tutti questi eventi sconvolgenti sotto il dominio del PCC dimostrano il traffico sfrenato di organi in Cina.

Per eseguire trapianti di organi, dall’analisi del sangue, l’abbinamento, la rimozione, fino allo stoccaggio, al trasporto e al trapianto, ogni fase è piena di sfide tecniche. Non è qualcosa che chiunque può fare. In Cina, dove il PCC ha il monopolio del controllo, i trapianti di organi non possono avvenire senza il coinvolgimento diretto del PCC. Pertanto, riteniamo che sia lo stesso regime a monopolizzare il business del trapianto di organi in corso. E’ questo il modello per sradicare il traffico di organi di cui parlava il vescovo Marcelo Sanchez Sorondo?

Chen e Zen

L’attivista cieco e il cardinale, Chen e Zen, condividono opinioni quasi identiche sull’accordo del Vaticano con la Cina.

In un’apparizione su “The World Over” di EWTN, a Zen è stato chiesto dal conduttore Raymond Arroyo: “ora sappiamo che uno degli obiettivi del presidente Xi è inculcare il pensiero comunista e fonderlo con la teologia. Sei preoccupato che il Vaticano stia facendo il suo gioco? Il suo obiettivo dichiarato è quello di fondere l’agenda comunista con le religioni esistenti. È quello che sta succedendo qui?”

“È ovvio” ha risposto Zen. “Stanno consegnando l’intera amministrazione della Chiesa nelle mani della cosiddetta ‘Associazione patriottica’, che è solo un burattino nelle mani del governo. E quindi è una resa completa. È incredibile.”

Traduzione a cura della Laogai Research Foundation


Fonte: lifesitenews, 27/03/2018

English article: Heroic Blind Chinese Activist: Vatican’s ‘Deal with the Devil’ Will Humiliate, Tarnish the Church

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.