Campi Bisenzio: sequestrati 4 ettari di serre gestite da orientali

Un gruppo interforze del comune di Campi Bisenzio, dei carabinieri, dell’Asl e della Regione, ha fatto un sopralluogo in alcuni terreni adiacenti a via Barberinese dove cinesi coltivano verdura e ortaggi.

CAMPI BISENZIO. La strada è sterrata. Come tutte le strade usate in mezzo ai campi coltivati e usate quasi esclusivamente da mezzi agricoli. Dalla rotonda fra via Barberinese e via Mammoli nella zona sud di Campi Bisenzio ci si addentra lungo il viottolo che prima porta ad una casa colonica e poi si perde in una distesa di campi agricoli, fra fango e pozze di pioggia. Ed è proprio qui, in mezzo ai campi che sorgono decine di serre con nylon trasparenti, in cui vengono coltivati verdure ed ortaggi di ogni tipo.

Una delle serre con la verdura pronta...    Una delle serre con la verdura pronta per la raccolta (Foto Batavia

Il blitz arriva a mattinata inoltrata da parte della polizia municipale di Campi Bisenzio, carabinieri della sezione forestale, personale dell’Asl e della Regione Servizio fitofarmaci, competenti essenzialmente per verificare la natura dei concimi e delle sementi. C’è il sospetto che possano essere coltivati organismi geneticamente modificati o che ci possano essere organismi da quarantena, ovvero pericolosi per l’agricoltura o l’ambiente. I due appezzamenti di terreno interessati dai controlli, per circa quattro ettari di superficie, sono stati affittati da due cittadini di nazionalità cinese, un uomo e una donna. Entrambi sono stati trovati sul posto e con loro anche un operaio sempre cinese, tutti e tre regolari.

Il bagno abusivo ricavato in una...

Il bagno abusivo ricavato in una struttura fra le serre (Foto Batavia)

“E’ un controllo speciale del territorio che abbiamo potuto fare dopo mesi di preparazione grazie al comandante della Polizia municipale, Lorenzo Di Vecchio – dice l’assessore campigiano, Riccardo Nucciotti – Non era facile mettere insieme tutti questi enti per fare questo controllo, ma ci siamo riusciti e adesso diamo anche risposte concrete a quei cittadini che nel tempo hanno segnalato e denunciato in questa zona strani incendi e preoccupazioni per ciò che viene coltivato in queste grandi serre. I primi riscontri ci dicono che sicuramente è stato realizzato un bagno abusivo ed anche degli ambienti dormitorio in alcune serre. Ma anche la gestione dei rifiuti può presentare delle irregolarità se è vero che vengono bruciati sacchetti e cassette di plastica rotte. Non escluso che al termine dei controlli si possa predisporre un sequestro preventivo, così come già fatto nel precedente controllo in un’altra area attrezzata con serre da parte di orientali”.

Una delle serre adibita a deposito...

Una delle serre adibita a deposito delle cassette di legno (Foto Batavia)

Il maresciallo Emiliano Granatelli del nucleo forestale dei carabinieri è stato fra i primi ad inoltrarsi fra le serre, “Abbiamo riscontrato delle irregolarità urbanistiche, come il bagno realizzato sotto una tenda e degli ambienti destinati a dormitorio. Sono tutte situazioni che valuteremo con gli altri enti presenti a questo controllo per prendere gli eventuali provvedimenti”.

Il personale della Forestale...

  Il personale della Forestale controlla sementi e concimi usati per la coltivazione (Foto Batavia)

Per l’Asl, Ambra Morini menziona il piano triennale portato avanti fra Firenze, Prato e Pistoia “per controllare che in queste coltivazioni vengano rispettate le norme di tutela della salute”. E proprio sul fronte della salute chiude l’assessore Nucciotti: “Ci risulta che quasi tutto ciò che viene coltivato in queste serre finisca al mercato ortofrutticolo all’ingrosso dell’Osmannoro – dice – Probabilmente è destinato per la ristorazione prevalentemente nei ristoranti cinesi ma non è escluso che vada a finire anche sui banchi dei piccoli fruttivendoli e poi sulle tavole di tutti. C’è bisogno di un controllo serie e lo stiamo facendo, per tutelare la salute e l’ambiente di tutti i cittadini”

Il Tirreno,25/gennaio/2018

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.