Calzature cinesi ritirate dal mercato contenevano acido

(di Jessica Sabatelli) Di recente è impazzata una notizia sul web che ha generato allarmismo generale, da parte dei consumatori italiani: è stato ritirato un modello di scarpe cinesi contenenti un pericolosissimo acido.

L’economia del nostro paese e quella mondiale, conoscono molto bene il fenomeno della diffusione, sempre più crescente, delle attività commerciali Cinesi e dei prodotti “Made in China”, che hanno oramai soppiantato quelli italiani e quelli dei vari paesi dell’Unione Europea.

Oggetto di discussione è sempre stata la scarsa qualità dei prodotti importati dalla Cina: materie prime economiche e manodopera a basso costo; questi fattori danno vita a prodotti competitivi sul mercato, spesso preferiti a quelli di qualità, ma che possono presentare imperfezioni o addirittura essere dannosi per la salute (non dimenticando che vengono ancora venduti, nel nostro paese, prodotti con marchio CE contraffatto).

La scoperta di questo pericoloso “difetto di fabbrica”, riscontrato in un particolare modello di calzature cinesi, viene attribuita ad un’indagine condotta dal sistema d’informazione rapida Rapex, che ha lanciato l’allarme: il prodotto era diffuso nei negozi delle Chinatown di un po’ tutta Italia e, quindi, era necessario rimuoverlo immediatamente dal mercato.

Lo sportello dei Diritti, presieduto da Giovanni D’Agata, è passato subito all’azione, procedendo all’eliminazione dello stock di questo modello di scarpe dal suolo nazionale.

Si tratta di un paio di stivali neri, esattamente del modello in foto e contenute in una scatola bianca e dorata (sempre in foto).

Le scarpe contenevano dimetilfumarato, una sostanza acida in grado di provocare serie irritazioni della pelle e rush cutanei.

Rapex, difatto, ha segnalato che queste calzature hanno causato un caso segnalato di dermatite da contatto.

3 - REPORTE’ stato, inoltre, rilasciato un Report (in foto) dove viene certificata la pericolosità degli stivali in questione e dove viene dichiarato:

<< The product contains dimethylfumarate (DMF) (measured values: 0.118 mg/kg in the insole and 0.129 mg/kg in the upper). DMF causes skin irritation and is a strong skin sensitizer when in contact with the skin. One case of contact dermatitis reported. The product does not comply with the REACH Regulation>>.

Traduzione: <<Il prodotto contiene dimetilfumarato (DMF) (valori misurati: 0.118 mg/kg nella soletta e 0.129 mg/kg nella parte superiore della scarpa). DMF causa irritazione della pelle e la rende fortemente sensibile quando entra in contatto con essa. E’ stato riscontrato un caso di dermatite da contatto. Il prodotto non è conforme al Regolamento REACH>>.

Insomma, speriamo che l’Unione Europea e la politica italiana si attivino, e si impegnino nell’intensificare i controlli sui prodotti importati, soprattutto, da zone a rischio contraffazione, o peggio, come la Cina.

L’Altra Pagina,09/03/2016

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.