Brescia: una fabbrica-prigione per operai sottopagati, arrestato imprenditore cinese. C’era anche un bambino.

Blitz dei Carabinieri in uno stabilimento di Acquafredda gestito da un imprenditore cinese, che è stato arrestato: gli operai venivano pagati non più di 1,50 euro l’ora.

Lavoravano soprattutto tra la sera e la notte, non meno di dieci ore al giorno e pagati circa 3 centesimi per ogni “pezzo” realizzato: erano gli schiavi silenziosi reclutati da un imprenditore cinese che è stato arrestato dai Carabinieri. Un’altra storia di sfruttamento in terra bresciana: questa volta nella Bassa, in una fabbrica di Acquafredda.

In manette c’è finito un giovane cinese, accusato di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro: risultava assunto in una ditta di confezionamento di calze da donna, ma di fatto ne era il co-gestore insieme a un suo connazionale, poi risultato irreperibile.

Qui sfruttava diversi operai cinesi, come detto pagati 3 centesimi per ogni calza realizzata, fino a un massimo di 15 euro al giorno, non più di 1,50 euro l’ora. Al momento del blitz i militari hanno sorpreso nove lavoratori irregolari: di questi cinque erano pure senza contratto di lavoro e clandestini sul territorio italiano (senza permesso di soggiorno).

Quella fabbrica era diventata la loro prigione: al piano terra il laboratorio tessile, al primo piano le stanze adibite a dormitori. Tutto questo in pessime condizioni igienico-sanitarie: le stanze erano senza riscaldamento, senza mobili e forse nemmeno la luce. Per intenderci, i vestiti erano ammassati a terra insieme a generi alimentari di vario tipo, in cattivo stato di conservazione.

In quelle stanze, e in quelle condizioni, vivevano anche la moglie dell’imprenditore arrestato, e con lei il figlio ancora piccolo, di appena 8 anni. Il laboratorio è stato ovviamente posto sotto sequestro, il titolare multato di 56mila euro e l’attività immediatamente sospesa. I cinque lavoratori clandestini sono già stati accompagnati in un centro d’accoglienza a Roma.

Brescia Today,13 febbraio 2018

 

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.