Seminario/incontro al Liceo Camillo Golgi (Breno). Lager cinesi, buddismo, Tibet e le persecuzioni religiose in Cina

Il 12 aprile 2017 presso l’Aula Magna del Liceo Scientifico Camillo Golgi si terrà un seminario/conferenza e tutto l’evento potrà essere seguito in diretta streaming con inizio alle ore 9.
Durante lo svolgimento della conferenza verranno proiettati filmati, foto e slides.

I lager cinesi, buddismo, Tibet e le persecuzioni religiose in Cina

I laogai: i lager cinesi del terzo millennio

L’altro olocausto, quello che sta accadendo ancora in una delle più grandi potenze mondiali: la Cina. Meno conosciuti e più crudeli, infatti sono i Laogai, campi erroneamente chiamati di “rieducazione tramite il lavoro” o di “rimprovero” dove la dittatura di Xi Jinping rinchiude chiunque sia contro il partito, perseguitando intere famiglie, compresi i bambini.

Tibet, il buddismo come filosofia e religione di pace :

Il Buddhismo come filosofia e religione di pace. Il problema centrale del pensiero buddhista è la sofferenza umana, la conoscenza della sua causa, l’individualità, e la cessazione di ogni sofferenza.

Il mondo assiste da decenni, abbastanza passivamente, al lento e inesorabile genocidio fisico e culturale che Pechino sta realizzando nei confronti dei tibetani e degli uighuri: migrazioni forzate di interi villaggi, divieto di insegnamento delle lingue locali, discriminazioni sui posti di lavoro sono spesso cause di proteste non sempre violente, ma ugualmente represse in modo brutale.

Persecuzione cristiani e minoranze:

E’ veramente critica  anche la situazione dei cattolici in Cina. La Chiesa è tutt’ora vessata e perseguitata in mille modi diversi: distruzione di chiese e confische di beni, minacce, intimidazioni, discriminazioni in ambito sociale, violenza e arresti, vescovi, sacerdoti e semplici fedeli spariscono all’improvviso in qualche laogai e molti di loro non sopravvivono alla detenzione.

Dagli anni novanta è spietato l’accanimento contro il Falun Gong, una pratica antica di mente, corpo e spirito, profondamente radicata nella cultura tradizionale cinese. Da allora il regime comunista ha tentato di sradicare il Falun Gong con i mezzi più crudeli: lavaggio del cervello, alimentazione forzata, torture, abusi psichiatrici, abusi sessuali, aborti forzati e uccisioni.

 

Il seminario/incontro è stato realizzato in collaborazione:

Dipartimento di religione del Liceo Golgi di Breno (Brescia) e la Laogai Research Foundation Italia Onlus.

Il seminario è patrocinato dall’AESPI (Associazione Europea Scuola e Professionalità Insegnante)

Hanno collaborato alla realizzazione di questo incontro:

  • Dr.ssa Anna Grison, direttore del dipartimento di religione
  • Prof. Antonino la Manna insegnante del liceo Camillo Bolgi

Programma:

  • Saluto alle autorità:

Sindaco di Breno:  dr. Alessandro Farisoglio

Assessore ambiente, verde urbano e turismo: prof. Lucia Botticchio, docente del Liceo Camillo Golgi

  • Introduzione: dr. Alessandro Papale dirigente del liceo Camillo Golgi
  • Moderatore: dr. Antonino la Manna, ha organizzato convegni nazionali su scienza, formazione e tecnologia con Aespi, Apple, Intel, Provincia di Brescia, Banca popolare di Sondrio, Ufficio scolastico Lombardia, Fondazione Borol.
  • Contro relatore: prof.ssa Elisabetta Massoni insegnante di religione.Presidente Associazione Gioventù Missionaria in Mozambico Onlus dal 2002

 

Relatori:

Gianni Taeshin Da Valle: direttore responsabile della Laogai Research Foundation Italia Onlus, si sta impegnando in una campagna di informazione sui laogai, i campi di concentramento cinesi e le violazioni dei diritti umani in Cina. Promuove conferenze, incontri, anche nelle scuole,eventi culturali e mostre fotografiche per sensibilizzare i mass media e le autorità politiche italiane.

L’azione della fondazione è stata determinante per l’approvazione nell’ottobre 2007 di tre risoluzioni di condanna del sistema carcerario cinese da parte del Parlamento Italiano e la presentazione, nel 2010, alla Camera dei Deputati di una proposta di legge (n.3887) contro l’importazione e il commercio dei prodotti del lavoro forzato.

L’associazione cura anche la pubblicazione di articoli e libri, tra questi ultimi, per la casa editrice Guerini, “Cina Traffici di Morte” nel 2008 e “Strage di innocenti. La politica del figlio unico in Cina”, nel 2009. Nel 2010 ha pubblicato con Fede e Cultura “I Laogai Cinesi”, nel 2012 con Sugarco “La persecuzione dei Cattolici in Cina”. Ha inoltre curato un rapporto per Coldiretti e uno per la Confartigianato sulle importazioni dalla Cina.

Raffaello Longo: monaco buddhista della tradizione tibetana, vive dalla fine degli  anni settanta a Pomaia, dove si trova l’Istituto Lama Tzong Khapa, uno dei centri di studio del Buddhismo tra i più importanti in Europa, dove ha seguito per 27 anni consecutivi la guida spirituale che maggiormente ha contribuito alla sua formazione.

È’ stato due volte presidente dell’Unione Buddhista Italiana, e da anni si occupa di dialogo interreligioso e monastico, partecipando a convegni e conferenze sia in Italia che all’estero.

Fa parte del DIM (Dialogo Interreligioso Monastico), insegna e guida ritiri di meditazione. Nome di Dharma “Losan Gonpo”.

Conferenze internazionali:

– World Buddhist Summit ad Osaka in Giappone

– United Nations Vesak alla sede ONU di Bangkok in Thailandia

Presidente dell’ILTK dal 2008 al 2012.


Laogai Research Foundation Italia Onlus, 27 marzo 2017

Condividi:

print print
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.