Borsa di Tokyo chiude a +5,22. I mercati asiatici rispondono alle promesse di Obama

Hong Kong, Cina – Crescono le borse asiatiche trascinate dal buon andamento ieri di Wall Street e dalla decisione Usa di salvare la banca Citigroup. La borsa di Tokyo ha chiuso oggi a più 5,22%; Seoul è salito fino a più 6%, ma poi è ridisceso a più 3,6. A Taiwan le azioni sono cresciute a più 3,7% e a Singapore del 3% nella mattinata.

A metà giornata anche la borsa di Hong Kong è positiva, a più 3,3%. Shanghai è invece tiepida, con risultati misti. A metà mattina l’indice della borsa è salito solo dello 0,1%.

La crescita del mercato globale sembra essere aiutata dalle promesse di Barack Obama per un pacchetto di stimolo all’economia Usa.

Intanto il prezzo del petrolio è salito a 53,90 dollari al barile; ieri era cresciuto del 9%, dopo che il presidente dell’Opec, Chakib Khelil aveva annunciato possibili ulteriori tagli alla produzione. I rappresentanti del cartello del petrolio si sono radunati al Cairo la scorsa settimana per colloqui informali, ma la decisione vera e propria sui tagli è attesa per il prossimo incontro ufficiale dell’Opec a dicembre.

(Fonte: AsiaNews)

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.