Batteri nocivi nelle bolle di sapone cinesi

Il liquido per “sparabolle” cinese nel mirino del Ministero della Salute. Allerta consumatori da Rapex (Sistema comunitario di informazione rapida sui prodotti non alimentari).

Batteri pericolosi contenuti nel sapone liquido di produzione cinese utilizzato per “sparabolle” e venduto anche in Italia, vietato dall’autorità sanitaria dopo una serie di analisi eseguite dall’Istituto Superiore di Sanità e l’allerta lanciata dal Rapex (sistema comunitario di informazione rapida sui prodotti non alimentari)

Il prodotto “Bubble Liquid”, non riporta codice a barre né alcuna autorizzazione da parte europea. È in una tanica di plastica da 5 litri. Questo liquido all’acqua è stato concepito appositamente per le macchine da bolle per produrre delle bolle d’aria trasparenti, per l’intrattenimento sul palco, in discoteca, per i giocattoli sparabolle o come effetto speciale, è compatibile con la maggior parte delle macchine da bolle.

È proprio nel liquido la pericolosità osserva Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” : le analisi hanno evidenziato una conta microbica totale aerobica superiore al valore-soglia raccomandato. Nelle analisi è stato isolato anche il microrganismo patogeno “Staphylococcus warneri” microrganismo opportunista patogeno che può occasionalmente causare infezioni in pazienti il cui sistema immunitario è compromesso.  Il ministero della Salute spiega “evidente il rischio di acquisire infezioni in considerazione all’uso effettuato in quanto potrebbe essere inalato o venire a contatto con la pelle, mani e occhi. Il liquido è venduto spesso nei negozi cinesi e da ambulanti. Se avete questo prodotto in casa, nelle discoteche o in qualsiasi esercizio commerciale, il consiglio è quello di non usarlo più.” (Do.Sa)

Valtellina News,!8/01/2016

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.