Avvocato di Zhao Wei incarcerato per pettegolezzi di abusi sessuali subiti dalla sua cliente in prigione

L’avvocato di un assistente legale cinese rilasciata la settimana scorsa  è stato detenuto per aver “diffuso pettegolezzi” dopo aver indagato sui presunti abusi sessuali di cui vittima la sua cliente durante il suo anno di detenzione.

Zhao Wei (nella foto), 24 anni, stava lavorando come assistente per uno dei migliori avvocati di diritti di Pechino fino a quando si è ritrovata coinvolta in  una repressione di avvocati e difensori  per i diritti umani, il 9 Giugno 2015.

Zhao, anche conosciuto dal suo soprannome online Koala, è stata rilasciata su cauzione secondo un post sui social media della polizia di Tianjin  del 7 luglio.

Ad ogni modo, Zhao, che era stata detenuta per oltre un anno nel centro di detenzione No. 1 di Tianjin gestito dalla polizia perché sospettata di “sovversione del potere dello Stato”, da quando è stata rilasciata non è ritornata dal marito ne dalla famiglia e non si sa dove sia.

Un Tweet dall’account della giovane che ringrazia i suoi sostenitori e “gli innumerevoli agenti di polizia in divisa utili e sinceri che hanno lavorato al mio caso” ha fatto sollevare sospetti che il messaggio fosse stato dettato o addirittura direttamente inviato dalla polizia.

Ren Qiaoping, l’avvocato difensore di Zhao, non autorizzato ad incontrare la sua cliente sin dalla sua detenzione, è stato arrestato la settimana scorsa dopo essere andato alla polizia di Tianjin per indagare sulle segnalazioni di abusi sessuali durante la sua detenzione .

“Ren Quanniu ha detto nel suo account Weibo il 27 Maggio, che la sua cliente Koala era stata vittima di abusi sessuali, quindi le autorità lo accusarono di aver sparso falsi pettegolezzi” ha detto l’avvocato Wu Kuiming collaboratore di RFA

“Ren è l’avvocato di Koala, lui ha sentito i pettegolezzi su internet ed ha ricevuto svariate chiamate telefoniche che gli ponevano domande sulla questione. Dopo aver preso il caso di Koala, non ha mai potuto incontrare la sua cliente e quindi non poteva verificare direttamente certi pettegolezzi.” ha affermato.

“Quindi Ren andò velocemente dalle autorità di Tianjin. Tutto ciò che lui ha fatto rientra dentro il compito di un avvocato e non è uno spargere di pettegolezzi”

Nessun Comportamento Illegale

Durante il suo periodo di detenzione, Ren è stato autorizzato a vedere i suoi due avvocati, Chang Boyang e Zhang Junjie.

Chang ha detto al servizio Cantonese di RFA di aver avuto un incontro di un ora con Ren, lunedi e che lo ha trovato in buono spirito e fermo sulla sua innocenza.

“Lui ha detto di non aver commesso alcun crimine e di non essersi comportato illegalmente” disse Chang.

“Quello che ha fatto ricade dentro gli obblighi di un avvocato senza oltrepassare nessuna linea legale.” ha aggiunto Chang. “Lui pensa che questa sia una vendetta (delle autorità)”

Chang ha detto che lui e altri avvocati investigheranno i pettegolezzi sulle violenze sessuali di Zhao.

Il marito di Zhao, You Minglei, dice di credere che la moglie abbia subito abusi sessuali o sia stata maltrattata in qualche modo durante la detenzione ma dice di non conoscere con precisione le circostanze.

La repressione di un anno fa sulla tormentata professione legale arriva nel mezzo di una più ampia repressione su attivisti per i diritti umani e organizzazioni non governative che si battono in nome della giustizia sociale.

Le incursioni nello studio legale Fengrui di Pechino che erano iniziate il 9 e il 10 Luglio 2015, dove Zhao lavorava come assistente, si estesero ad interrogatori e detenzioni di altri 319 avvocati, assistenti legali, impiegati di  studi legali e attivisti per i diritti umani.

RFA,11/07/2016

Traduzione di E.R Laogaa Research Foundation Italia ONLUS

English article,RFA:

Articoli correlati:

 

 

Condividi:

print print
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.