Corea del Nord: studente americano arrestato per “attività ostili” verso il Paese

Seul – Uno studente statunitense accusato di avere, su ordine di Washington, condotto “attività ostili” verso la Corea del Nord, dove era entrato con un visto da turista, è stato arrestato.

Nella foto lo studente statunitense Frederick Otto Warmbier

Lo ha annunciato Pyongyang, attraverso la sua agenzia Kcna.  Lo studente, Frederick Otto Warmbier dell’Università della Virginia, “è stato arrestato – si legge nell’agenzia ufficiale – mentre conduceva attività ostili contro la Rpdc (acronimo del regime, Repubblica popolare democratica di Corea, ndr) e ora è sotto inchiesta”.

La frase “attività ostili” è una espressione che il regime usa regolarmente quando ferma stranieri nel Paese. L’episodio avviene in un momento particolarmente sensibile sul piano diplomatico: dopo il test nucleare condotto all’inizio di gennaio, gli Stati Uniti stanno elaborando nuove sanzioni contro la Corea del Nord.

Tre mesi fa inoltre era stato liberato, in Corea del Nord, uno studente sudcoreano dell’Università di New York, arrestato perché era entrato illegalmente nel Paese. Il ragazzo, Joo Won-Moon di 21 anni, è titolare di un permesso di soggiorno permanente negli Stati Uniti e non era stato oggetto di alcun processo, contrariamente a numerosi altri stranieri arrestati in Nordcorea.

AGI.it,22/01/2016

English article,BBC:

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.