Il 27 gennaio: il Giorno della Memoria

Il 27 gennaio di ogni anno, ricordiamo l’Olocausto, che ha fatto strage di ebrei durante la seconda guerra mondiale. Lo stesso giorno si commemora anche la liberazione del campo di concentramento nazista di Auschwitz-Birkenau in Polonia, avvenuta il 27 gennaio 1945. Circa sei milioni di ebrei furono uccisi dalla polizia nazista.

Tragedia che ha commosso il mondo intero e che ha spinto la comunità internazionale a condividere lo stesso sentimento, poi espresso in un unico messaggio: «che tale atrocità non si ripeta mai più».

Nel Giorno della Memoria è giusto ricordare la Shoa ma purtroppo nel mondo le Shoa non sono finite, “questa atrocità si sta ripetendo”.

Mentre i LAGER nazisti furono chiusi nel 1945 ed i GU-LAG sovietici sono in disuso dagli anni ’90, i LAOGAI cinesi sono tuttora operanti, oggi, nel terzo millennio.

Oggi conosciamo la verità, ma la società attuale non vuole  aprire gli occhi sull’Olocausto dei giorni nostri. Su quelle 80 milioni di persone uccise dal PCC (Partito Comunista Cinese)da quando ha preso il potere dopo la rivoluzione del 1949 con a capo Mao Zedong, fino ad oggi, dove il Partito comunista cinese rinchiude la dissidenza, scatena i metodi più crudeli di tortura per la trasformazione delle coscienze, sfrutta la forza lavoro gratuita per una produzione intensiva e utilizza i corpi dei prigionieri per il lucroso traffico internazionale di organi.Dai 3 ai 5 milioni di persone sono rinchiuse ancora oggi in questi campi di concentramento. Ben 1422 sono attivi in tutta la Cina.

L’esterno di un laogai con il suo camino perfettamente funzionante come quelli dei campi di concentramento nazisti

Siamo di fronte al più grande genocidio della storia dell’umanità ed i governi democratici sono riluttanti ad affrontare gli orrori e le tragedie nei campi di concentramento cinesi.

Quando questa pagina di storia sarà voltata non potremo dire :” NOI NON SAPEVAMO!” .  Il “guardare da un’altra parte” è parte delle gravi ed estese violazioni dei diritti umani che avvengono in Cina, può qualcuno esserne esentato?

Laogai Research Foundation Italia Onlus : “l’altra Cina : in ricordo di Harry Wu”,23/01/2018

Condividi:

print print
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.