NEWS

La mafia cinese e la camorra alleate nel traffico di rifiuti

Materie plastiche e stracci da Prato a Hong Kong, con guadagni milionari per i clan cinesi ed italiani. Un affare continua »

26 aprile 2016 muore Harry Wu, fondatore della Laogai Research Foundation di Washington [video]

Oggi è l’anniversario della morte di un grande uomo: Harry Wu, fondatore della Laogai Research Foundation di Washington. Harry nacque continua »

La parola “laogai” in alcuni vocabolari italiani non è presente. Studentesse chiedono inserimento.

“Arbeit macht frei”, “il lavoro rende liberi”. Questa è una delle frasi più celebri e toccanti della storia della seconda continua »

Breno-Brescia: studenti del liceo Golgi incontrano la questione delle persecuzioni in Cina e il buddismo

Il 12 aprile 2017 presso l’Aula Magna del Liceo Scientifico Camillo Golgi si è tenuto un seminario / conferenza su continua »

I cinesi in fuga da Pechino che chiedono aiuto a Milano

Fuggono dalla Cina, dove sono considerati «nemici» dal governo. A denunciare persecuzioni, punizioni, pressioni psicologiche sono soprattutto gli evangelici: «Ci continua »

Cina-Sichuan: cinque persone arrestate a seguito dell’auto-immolazione avvenuta a Kardze

Sichuan, Cina. A seguito della vicenda del 15 aprile scorso, in cui un tibetano trentanovenne, padre di quattro bambini si continua »

Richard Gere: “Io, emarginato da Hollywood per il mio impegno pro-Tibet

Non ha dubbi, Richard Gere. Il suo impegno politico a favore dell’indipendenza del Tibet dalla Cina ha fatto sì che continua »

Real Bodies, a Roma 13 malori in due giorni per la controversa mostra di corpi

Redazione Epoch Times Italia, 10/04/2017 Tredici malori in soli due giorni per la mostra Real Bodies a Roma. Cadaveri messi in continua »

La vittoria dell’Associazione Patriottica: il vescovo illecito Zhan Silu concelebra con mons. Ma Daqin di Shanghai

Bernardo Cervellera Zhan Silu è stato ordinato nel 2000. Ma Daqin, ancora agli arresti domiciliari, ma ha potuto “visitare la continua »

La Svizzera vieta esportazione in Cina di materiale di sorveglianza. Può essere utilizzato per la repressione

La Svizzera ha bloccato l’esportazione di materiale di sorveglianza verso una società cinese, col sospetto che fosse destinato al regime continua »

L’ombra delle mafie cinesi su Parigi. La mafia asiatica prospera in Francia

Sconosciuta, ma temibile; ben consolidata, ma molto discreta. Sulla base di un’organizzazione impeccabile, reti criminali asiatiche interferiscono nella vita del continua »

Com’è davvero lavorare in una fabbrica cinese dove si fanno gli iPhone: il racconto di un ex operaio

Uno studente svela su “Business Insider” le sue 6 settimane alla catena di montaggio di Pegatron, fornitore cinese di Apple: continua »

Nella Cina di oggi chiunque può essere vittima del regime

Zheng Yan, Leo Timm, Epoch Times | 10/04/2017 Yu Wensheng, uno dei pochi avvocati per i diritti umani in Cina continua »

In Cina l’Unfpa «Sostiene l’aborto forzato», tagliati i fondi:

L’Unfpa respinge le accuse al mittente, sostenendo che si tratta di una «affermazione errata. continua »

Il Dalai Lama: «In Cina serve una nuova rivoluzione culturale». L’ira di Pechino

In visita nello Stato indiano di Arunachal Pradesh, al confine con la Cina, il Dalai Lama ha affermato oggi che continua »

 

Breno-Brescia: studenti del liceo Golgi incontrano la questione delle persecuzioni in Cina e il buddismo

Il 12 aprile 2017 presso l’Aula Magna del Liceo Scientifico Camillo Golgi si è tenuto un seminario / conferenza su “i lager cinesi, buddismo, Tibet e le persecuzioni religiose in Cina”. Temi scottanti e di interesseUn seminario caratterizzato da un elevato contenuto socio-culturale. Il simposio è stato patrocinato dall’AESPI (Associazione Europea Scuola e Professionalità Insegnante).

Arrestati 9 attivisti in preparazione alla visita di Xi Jinping a Hong Kong

Gli arrestati sono tutti membri di gruppi che lottano per la democrazia. Si vuole “spaventare” l’opinione pubblica. La Cina esclude riforme politiche entro i prossimi 10 anni. La Ue: il suffragio universale darebbe più solidità al governo del territorio.

La mafia cinese e la camorra alleate nel traffico di rifiuti

Materie plastiche e stracci da Prato a Hong Kong, con guadagni milionari per i clan cinesi ed italiani. Un affare milionario tra organizzazioni criminali, con la Camorra in prima fila che suscitava gli appetiti dei clan con i quali la criminalità del Dragone ha solidi contatti.

“In Cina operaie schiavizzate”. Il marchio di Ivanka Trump nella bufera

Un dollaro all’ora per una settimana di 60 ore: queste le condizioni di lavoro delle operaie cinesi di una fabbrica che produce capi di abbigliamento per conto della G-III Apparel, il gruppo a cui fanno capo il brand di Ivanka Trump e altri marchi della moda (per così dire) ‘made in Usa’ come Guess, Calvin Klein e Tommy Hilfiger. 

26 aprile 2016 muore Harry Wu, fondatore della Laogai Research Foundation di Washington [video]

Oggi è l’anniversario della morte di un grande uomo: Harry Wu, fondatore della Laogai Research Foundation di Washington. Harry nacque a Shanghai l’8 Febbraio del 1937 ed è morto il 26 aprile 2016.

In Cina non si potranno più chiamare i bambini Islam, Quran, Saddam e Mecca

Il governo ha vietato di dare ai neonati nomi propri legati all’Islam: l’obiettivo è colpire la comunità musulmana dello Xinjiang.

La parola “laogai” in alcuni vocabolari italiani non è presente. Studentesse chiedono inserimento.

“Arbeit macht frei”, “il lavoro rende liberi”. Questa è una delle frasi più celebri e toccanti della storia della seconda guerra mondiale. Tale scritta si trovava sul cancello di ingresso del campo di concentramento di Auschwitz, in Polonia. Le vittime dell’Olocausto arrivavano e leggevano quella scritta che risuonava nella mente come un continuo tintinnio. Era quasi un lavaggio del cervello affinché lavorassero senza sosta. Peccato, però, che questa tipologia di  lavoro non renda liberi: rende schiavi.

CINA: il viaggio di 2mila miglia di una moglie per vedere il marito, attivista detenuto

Zhang Haitao era stato arrestato nel 2015 e condannato a 19 anni di prigione per alcuni post online. È in prigione dal dicembre scorso, e da allora non ha visto né la moglie né il figlio nato dopo l’incarcerazione. Il 19 aprile la moglie si è messa in viaggio per incontrarlo, nel deserto dello Xinjian.