NEWS

ESCLUSIVO. “Un duro colpo per la Cina: lanciata al Parlamento Europeo la candidatura di Ilham Tohti al premio Sakharov”

Da un inviato Laogai Research Foundation Italia ONLUS Bruxelles: è il premio per i diritti umani più ambito d’Europa e continua »

ROMA: l’integrazione cinese che rischia di cancellare l’identità degli artigiani italiani

Dove si trova il limite tra la giusta integrazione di nuovi commerci stranieri e il rischio di distruggere l’artigianato e continua »

Cina spiumaggio oche vive, una vita di dolore: denuncia di PETA.[video]

Roma, 26 mag. – Una nuova denuncia della Peta fa luce sugli allevamenti di oche in Cina, da cui deriva continua »

Occhi puntati sul Parlamento Europeo e la conferenza su Ilham Tohti

La Cina vuole davvero l’armonia etnica? È questa la domanda cui cercheranno di dare risposta esperti provenienti da ogni parte continua »

MANTOVA: contraffatti e pericolosi, sequestrati oltre 140mila prodotti made in China

Coinvolte undici ditte gestite da cinesi e un’italiana. Individuata un’ampia rete di operatori commerciali presenti tra Mantova, Brescia, Cremona, Udine continua »

Palden Gyatso: la storia di un monaco buddista dal cuore impavido che mai si è curvato al PCC [video]

Palden Gyatso ha trascorso trentatré anni nei Laogai. Porta sul corpo gli orribili segni del suo calvario. Cammina a fatica, continua »

Il ” Giardino del Dialogo” luoghi di testimonianza dei martiri del male poco conosciuti. Laogai e Tibet a Torino.

Un luogo dove è possibile portare alla luce le storie del mondo delle quali si hanno scarse notizie ma non continua »

Cina, la “propaganda online” produce 488 milioni di finti commenti positivi l’anno

Lo rivela uno studio condotto da Gary King e un team di ricercatori di Harvard. L’esercito telematico del Partito impiega continua »

Cina, spara ai funzionari che demoliscono forzatamente il villaggio, la folla lo acclama eroe

La folla acclama eroe il ribelle che ha ucciso tre persone mentre i funzionari governativi davano il via alla demolizione continua »

MURANO: la concorrenza sleale e la contraffazione cinese mette in serio pericolo il futuro dei maestri vetrai.

Gli artigiani dell’isola, celebri in tutto il mondo (e con clienti illustri, da Hemingway alla first lady americana) schiacciati fra continua »

Quando il pomodoro ‘Made in Italy’ viene dai campi di lavoro cinesi

Vincenzo Cassano, Epoch Times, 16/05/2016 ‘Aziende italiane collaboravano con i campi di concentramento nazisti’. Una tale affermazione genererebbe, giustamente, scandalo. Eppure, oggi continua »

Vestiti tossici, l’inquinamento addosso [Video]

Il primo produttore, con una quota del 66%, è la Cina. Ftalati, formaldeide, metalli pesanti, solventi, coloranti: per rendere belli, comodi continua »

Cina, il saldo commerciale con l’Italia è di -17,7 miliardi

-17,7 miliardi di euro, è il valore del saldo commerciale italiano tra import ed export cinese nel 2015. 6,6 miliardi continua »

Il Dalai Lama sfida il Partito: trovate la reincarnazione di Mao e sceglierete il mio successore

Il leader buddista ironizza sulle continue ingerenze del governo cinese nella sfera religiosa: “Sono atei e materialisti per loro stessa continua »

C’era un’epoca in cui la nuova frontiera della manifattura italiana (e non solo) sembrava essere inevitabilmente la delocalizzazione. Per continuare continua »

 

ESCLUSIVO. “Un duro colpo per la Cina: lanciata al Parlamento Europeo la candidatura di Ilham Tohti al premio Sakharov”

13318491_10210168993405986_614879720_n

Da un inviato Laogai Research Foundation Italia ONLUS

Bruxelles: è il premio per i diritti umani più ambito d’Europa e mercoledì 25 maggio, presso il parlamento europeo, è stata lanciata l’iniziativa per candidare lo Uiguro Ilham Tohti al premio Sakharov per la libertà di pensiero.

ROMA: l’integrazione cinese che rischia di cancellare l’identità degli artigiani italiani

wmadeinItaly

Dove si trova il limite tra la giusta integrazione di nuovi commerci stranieri e il rischio di distruggere l’artigianato e la cultura italiana a Roma?

Cina, riconosciuto innocente ma fucilato 20 anni fa. Ai funzionari coinvolti solo una ammonizione

pdm_2015

Alcuni giorni fa l’Alta corte del popolo della Mongolia interna ha finalmente riconosciuto l’innocenza di Huugjilt, un ragazzo che nel 1996, all’età di 18 anni, era stato giudicato colpevole di stupro e omicidio. Peccato che la condanna fosse stata eseguita poco dopo la fine del processo, tramite plotone d’esecuzione.

Corea del Nord: lavoro forzato nelle miniere di carbone

nord corea miniere carbone lavoratori

Un rapporto pubblicato da un’organizzazione non governativa con sede a Washington descrive le condizioni brutali, i frequenti incidenti e una vasta gamma di violazioni dei diritti umani dei lavoratori nell’industria mineraria della Corea del Nord.

Made in Italy: così truccano le etichette. Parola al presidente prov. Coldiretti

25-153708-124-07

Da dove provengono i cibi che portiamo sulle nostre tavole? Come vengono prodotti? Domande a cui è difficile dare una risposta, soprattutto nel settore della frutta e verdura. Lo dimostrano i sequestri effettuati nelle scorse settimane dai militari del Nas del capoluogo al mercato ortofrutticolo di Latina dove sono state ritirate dal mercato  due tonnellate di prodotti di provenienza non certificata.

Cina, i diritti negati ai lavoratori delle calzature

7-770x470

Il Paese asiatico è il primo produttore mondiale di scarpe con 15,7 miliardi di paia nel 2014.Lavoro straordinario, irruzioni della polizia negli stabilimenti durante gli scioperi, formazione assente e livelli retributivi al di sotto della soglia “dignitosa”. È quel che emerge dal report “Tricky footwork: la lotta per i diritti nell’industria cinese delle calzature”, curato dalla campagna “Change your shoes”, che ha raccolto le testimonianze degli operai cinesi di terzisti di marchi celebri.

La Cina saccheggia le ultime foreste del Senegal

legno-illegale-3-def

In un video girato con un drone, l’ex ministro dell’ambiente senegalese denuncia i trafficanti di legno kosso (uno dei più pregiati), che vendono ai mercanti cinesi. Il confine col Gambia è da anni la rotta previlegiata dei contrabbandieri di legname, e le foreste sono quasi scomparse. Continua il “nuovo imperialismo” di Pechino, che investe in Africa senza chiedere interessi per sfruttarne le ricchezze del suolo.