NEWS

Scrittori di fama mondiale chiedono la liberazione di Liu Xia [Video]

La campagna di Amnesty International e Pen America. Artisti e autori leggono le poesie della moglie di Liu Xiaobo. Peggiora continua »

Proibita a diplomatici europei la visita a Liu Xia

La vedova di Liu Xiaobo è agli arresti domiciliari dal 2010, senza che vi sia un’accusa formale contro di lei. continua »

La storia di Gao Rongrong torturata fino alla morte. In un video shock racconta i fatti prima del suo decesso

Gao Rongrong, ex membro dello staff dell’Istituto di Belle Arti di Luxun, nella città di Shenyang, aveva subito terrificanti torture continua »

Il cinismo cinese e la repressione del Falun Gong, di Angelo Tonelli

Altro articolo che ripropone la LRF Italia Onlus: ” L’altra Cina in ricordo di Harry Wu” di attualità e scritto continua »

Il culto anti-umanità del PCC

La Laogai Research Foundation Italia Onlus: “L’altra Cina: in ricordo di Harry Wu” ripropone un articolo scritto dal suo direttore responsabile continua »

La disperazione della vedova di Liu Xiaobo: “Preferisco morire”

Liu Xia aspetta da mesi il visto per espatriare, ma è di fatto prigioniera in casa. In una rara telefonata continua »

Auguri di Buon Vesak a tutti i buddisti dalla Laogai Research Foundation [video]

In questi giorni i fedeli buddhisti di tutto il mondo festeggiano il Vesak, l’anniversario della nascita, dell’illuminazione e della morte continua »

I finti rimpatri dei Rohingya in Birmania [video]

Sarebbe falsa la notizia del rimpatrio dei primi cinque dei 7 mila rifugiati musulmani Rohingya, fuggiti dal Myanmar per sottrarsi continua »

Firenze, la Cina chiama e la bandiera del Tibet scompare

Il consolato infastidito, la Mostra dell’Artigianato corre ai ripari ed evita l’incidente diplomatico. continua »

26 aprile 2016 muore Harry Wu, il controrivoluzionario che svelò l’orrore dei Laogai [Video]

Oggi è l’anniversario della morte di un grande uomo: Harry Wu, fondatore della Laogai Research Foundation di Washington. Harry nacque continua »

La Cina sta trasformando l’Etiopia in un’enorme fabbrica fast fashion

La Cina non è più la più grande fabbrica di abbigliamento dell’Occidente. L’alunna ha infatti imparato molto dal suo maestro continua »

Cina: Stato di diritto? No, diritto dello Stato [video]

Il coraggio di protestare in Cina. I documenti fotografici ed il video che proponiamo mostrano due manifestazioni di protesta che continua »

Rapporto sulle confessioni forzate divulgate dai media cinesi

Quelli obbligati a confessare sono vestiti dalla polizia, viene consegnato un copione e vengono fornite direttive su come comportarsi. continua »

Asini torturati e uccisi a bastonate per fare della gelatina [video]

La pelle dell’animale viene utilizzata per realizzare un particolare medicinale cinese, chiamato eijao. Per frenare il commercio alcuni Paesi hanno deciso continua »

[CINA-USA] DAZI, 22 MARZO 2018: INIZIO DELLA REAZIONE?

Il 22 Marzo 2018 è stata definita da molti come una data storica perché in questo giorno sarebbe iniziata la continua »

 

Siamo tutti volontari… unisciti a noi!

Siamo alla ricerca di volontari che vogliano offrire un aiuto a questa fondazione che si impegna nel divulgare notizie sulla violazione dei diritti umani in Cina e non solo.

Ci rivolgiamo a tutte quelle persone che sono nelle condizioni di poter dedicare, gratuitamente, una piccola parte del tempo libero di cui dispongono.

Una storia australiana mostra fin dove può arrivare la Cina per mettere a tacere le voci critiche

Le pressioni cinesi sull’Australia sono sempre più ingombranti, attirando sempre più attenzione. Gli ufficiali dell’agenzia di sicurezza cinese si sono accampati per due settimane negli uffici di Pechino di un migration agent che fa pubblicità su un giornale indipendente in lingua cinese, tormentandolo affinché ponesse fine alle sue inserzioni, cosa che poi ha fatto.

Musulmani costretti a bere alcolici e mangiare carne di maiale nei campi di “rieducazione” della Cina

Dalla primavera dello scorso anno le autorità della regione di Xinjiang hanno confinato decine o addirittura centinaia di migliaia di musulmani nei campi, compresi alcuni cittadini stranieri. Una stima riporta la cifra ad un milione o più.
Una commissione statunitense l’ha definita “la più grande incarcerazione di massa di una minoranza nel mondo recente”, mentre un importante storico l’ha chiamata “pulizia culturale”.

Uiguri costretti ad accogliere funzionari del Partito Comunista Cinese per spiare nelle loro case [Video]

Continua la guerra della Cina al fondamentalismo islamico e gli uiguri tornano nel mirino. Secondo quanto denuncia Human Rights Watch, la minoranza dello Xinjiang è costretta a ospitare periodicamente funzionari del governo cinese. I funzionari hanno un solo scopo: interrogare i membri della famiglia sulle loro idee politiche e religiose per capire se esiste il segnale di un focolaio di islamismo o di indipendentismo.

Scrittori di fama mondiale chiedono la liberazione di Liu Xia [Video]

La campagna di Amnesty International e Pen America. Artisti e autori leggono le poesie della moglie di Liu Xiaobo. Peggiora la sua salute mentale: “Sembra non sia rimasto niente in lei”.

Avellino: aperto da due giorni, maxi sequestro di prodotti pericolosi in un negozio cinese [Video]

Aveva aperto battenti nel centro città da soli due giorni. Sugli scaffali in bella mostra pronti per essere venduti ad ignari clienti articoli di cancelleria, gadget vari e bigiotteria: tutti prodotti provenienti dalla Cina, privi di certificazione europea, senza nessuna indicazione sui materiali con i quali sono stati realizzati dunque non sicuri e potenzialmente nocivi per la salute.

Come il Partito comunista cinese controlla le religioni

In tutta la sua storia in Cina il Partito ha utilizzato famose personalità buddiste, pastori protestanti, vescovi per controllare le comunità religiose e piegarle ai suoi progetti. Le storie di Zhao Puchu, Zhao Fusan, Li Chuwen, Jin Luxian. I timori sui possibili accordi per le nomine dei vescovi fra Cina e Vaticano.

Divieto di insegnare per i monaci buddisti “erroneamente istruiti” in India

Una contea cinese ha vietato ai monaci tibetani, “erroneamente istruiti” in India, di insegnare il buddismo temendo che potessero diffondere contenuti “separatisti”.